SocietÓ

20/07/2019

Volete davvero che continui la voragine Alitalia?

Autore: Alberico Barattieri

Alitalia è costata cara al contribuente italiano nel corso degli ultimi anni, e l’ennesima nazionalizzazione rischia di aumentare ancora di più il costo per i cittadini. La soluzione che il governo sta portando avanti per la compagnia italiana, come ammesso candidamente dal ministro Luigi Di Maio, è infatti una nuova vera e propria nazionalizzazione.

Inizia così l'articolo scritto da Andrea Giuricin, economista ed esperto di trasporti, su Wired, che prosegue descrivendo la marginalità della compagnia nel traffico aereo, la continua perdita di quote di mercato ed il fatto di essere l'unica in perdita rispetto alla concorrenza.
Prosegue Giuricin:

Non si capisce il bisogno da parte di Fsi – che ha fatto un’utile di 540 milioni di euro nel 2018 – di comprarsi una compagnia aerea che ha perso circa 500 milioni di euro nello stesso anno per fare un accordo commerciale. Vi è anzi il serio rischio di affondare anche Fsi insieme ad Alitalia, semplicemente per mantenere sotto il controllo pubblico la compagnia aerea.

Per fare pressione sul Governo lo stesso Giuricin ha creato una petizione su Change.org in cui si chiede di non nazionalizzare (de facto) Alitalia e, questo lo aggiungo io, smettendo di mettere le mani nelle taesche dei cittadini per sostenere una azienda che è decotta da decenni. 



Per firmare la petizione:
http://chng.it/8V66bzvJxs

L'articolo su Wired